Navigation

Zurich Film Festival al via con Borg McEnroe

Contenuto esterno


Si è aperto giovedì sera lo Zürich Film Festival, con personaggi famosi ad affollare il tappeto verde e la prima svizzera di un atteso film su due leggende del tennis: Borg e McEnroe.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2017 - 21:10
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 29.09.2017)

È il 6 luglio 1980. A Wimbledon, lo svedese Björn Borg vince il quinto titolo consecutivo. Di fronte a lui lo statunitense John McEnroe, l’altro volto di una storica rivalità dello sport, che approda su grande schermo quasi quarant’anni dopo.

Replicarne i gesti tennistici con attori è certamente difficile. Qui però l’operazione è più introspettiva, scava nelle vite dei due.

"Il filmLink esterno, per me, è soprattutto sulla rivalità e segue entrambi i personaggi", conferma il regista Janus Metz Pedersen. "Borg McEnroe in questo senso era il titolo perfetto." 

Davvero due facce di una medaglia, come ricorda un accreditato avversario svizzero dell’epoca, l’ex-tennista Heinz Günthardt: "Due personaggi diversissimi fin dal primo impatto. Uno era tutto ricci, l’altro capelli lunghi biondi".

Impressiona la somiglianza tra il Borg sullo schermo e quello vero: "Ricercando una disciplina come quella che aveva un’icona come lui, ho potuto capire la persona", rivela l’attore Sverrir Gundnason. "Un ingrediente necessario per il successo".

Alla prima di questo ZffLink esterno, non poteva mancare il detentore di otto vittorie a Wimbledon, Roger Federer. "Sarò eternamente grato per quello che Borg e McEnroe hanno fatto per il nostro sport", commenta il tennista svizzero. "John come giocatore e commentatore, Borg come leggenda assoluta".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.