Navigation

Un viaggio virtuale nella Ginevra rivoluzionaria

Una veduta della città di Ginevra nel 1850 ricostruita dalla società Artanim. making-of.geneve1850.ch

​​​​​​​

Tornare indietro nel tempo è un’illusione che accompagna la storia dell’uomo e l’esposizione “Genève 1850 Un voyage révolutionnaire” alla Maison Tavel offre ai visitatori un’esperienza che si avvicina molto a quel sogno.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2019 - 17:38
tvsvizzera/spal con RSI (Tg del 23.4.2019)

Prendendo spunto dal rilievoLink esterno in metallo di 30 metri quadri che ritrae la città sul Lemano a metà ‘800, chiusa da tre ordini di mura fortificate, una cinquantina di specialisti di nove diversi settori ha ricostruito minuziosamente in 3D il paesaggio urbano.

Contenuto esterno


E ora i visitatori della mostraLink esterno, che rimarrà allestita fino al 14 luglio 2019, possono immergersi in un viaggio Link esternodi 15 minuti tra le vie e dentro gli edifici della città di Calvino e Rousseau. Il loro Avatar, vestito con abiti dell’epoca, consente infatti di interagire con i personaggi che incontra e di addentrarsi nei punti indicati nel percorso virtuale.

Un’esperienza visiva, tattile e persino olfattiva che è stata progettata dalla società ginevrina Artanim, specializzata nelle motion capture technologies.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.