Navigation

Spunta un nostro nuovo antenato, si chiama Homo Naledi

Scoperti in Sudafrica i resti fossilizzati di una nuova specie di ominide

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2015 - 22:33

Un migliaio di ossa rinvenuto in una caverna in Sudafrica potrebbe rivoluzionare le nostre conoscenze sulle origini dell'uomo. La scoperta da parte di un gruppo di ricercatori nei pressi di Johannesburg dei resti fossilizzati di una quindicina di nostri antenati prelude infatti all'individuazione di una nuova specie umana (Homo Naledi) di cui nessuno si era mai immaginato nel nostro albero genealogico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.