Navigation

Speciale Torino #2: Rusconi, Scaraffia, Signoris e Seddio

La trasmissione del 09.05.2014 condotta da Sergio Albertoni e Massimo Zenari

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 maggio 2014 - 14:23

Secondo collegamento in diretta su Rete Due e in livestraming online su tvsvizzera.it dallo studio RSI al Salone del Libro di Torino per dar conto dei tanti spunti e delle numerose occcasioni di riflessione e di intrattwenimento offerte dalla "più grande libreria italiana".

Ospiti dello "speciale", condotto da Sergio Albertoni e Massimo Zenari, lo storico e politologo Gian Enrico Rusconi, che in quest'anno di rievocazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale ha appena pubblicato un libro di notevole spessore e rilievo, "1914: attacco a Occidente", edito da Il Mulino.

In diretta dal Salone anche il giornalista e scrittore Giuseppe Scaraffia per parlare del suo recentissimo volume "Il romanzo della Costa Azzura"(Bompiani) un suggestivo affresco, fra il saggistico ed il narrativo, dedicato a grandi personaggi che hanno "scoperto" popolato e "nobilitato" culturalmente il Sud della Francia.

Alla scoperta, purtroppo postuma, di una grande poetessa recentemente scomparsa, ci porterà Anita Bernacchia, che per Adelphi ha raccolto e tradotto un'antologia di versi dell'autrice rumena Nina Cassian ("C'è modo e modo di sparire - Poesie 1947-2007").

Da una delle sale più gremite del Lingotto, un estratto della presentazione del libro "E Penelope si arrabbiò"(Rizzoli) scritto dalla nota attrice comica Carla Signoris (per intenderci, la moglie di Maurizio Crozza).

A fare da colonna sonora della puntata odierna, una cantautrice della Svizzera Italiana che si è imposta all'attenzione nazionale negli ultimi due anni: Lia Seddio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.