Navigation

Asilo, un nuovo centro in Ticino nel 2020

Contenuto esterno

Il nuovo centro per richiedenti asilo in Ticino sorgerà tra i comuni di Balerna e Novazzano, secondo quanto ha annunciato la consigliera federale Simonetta Sommaruga che questa mattina ha incontrato sindaci e autorità locali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2017 - 20:26
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 3.2.2017)

La struttura, una delle sei previste in Svizzera dalla legge, sostituirà le sedi di Losone e soprattutto quella storica di Chiasso, dove resterà un’antenna di primo contatto per i profughi al confine.

La responsabile del Dipartimento di giustizia e polizia, che nel vertice di Novazzano ha voluto rassicurare i politici locali che hanno trasmesso le preoccupazioni della popolazione, ha spiegato i dettagli del progetto, che era nell’aria da alcune settimane.

Il centro di regostrazione, previsto per 350 persone, occuperà un’area di 13'000 metri quadrati sul Pian Faloppia e sarà pronto nel 2020.  E in ogni caso sarà in linea con gli attuali criteri di sicurezza e sorveglianza che stanno tanto a cuore agli amministratori della regione, cui resta comunque la possibilità di ricorrere qualora le loro aspettative non venissero ascoltate.

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.