Navigation

Si faceva toccare in piazza, in cella per 24 ore Milo Moiré

tvsvizzera

La controversa artista svizzera fermata dalla polizia a Trafalgar Square per una performance "hard"

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2016 - 16:45

Milo Moiré non è nuova a esibizioni provocatorie ma questa volta sembra essersi superata, tanto da finire ammanettata a Trafalgar Square da parte dei solerti agenti londinesi. La controversa artista svizzera si è infatti presentata in strada con una gonna di specchi con un pertugio sul davanti e ha invitato i passanti a toccarla nelle parti intime.

La prestazione per ognuno dei partecipanti all'"evento", tenuti preliminarmente a disinfettare la mano, non poteva sforare i trenta secondi. La performance dell'artista-modella, ripresa nel dettaglio da una telecamera posta all'interno della gonna rigida, è stata però interrotta dopo tre quarti d'ora dalla polizia.

La Moiré, che è stata rilasciata dopo 24 ore passate in una cella e il pagamento di una multa di mille euro, si è lamentata del trattamento ricevuto a Londra e ha osservato che la stessa esibizione non aveva suscitato reazioni delle autorità ad Amsterdam. In realtà l'anno scorso Milo Moiré era stata arrestata a Parigi durante una sua performance senza veli davanti alla Tour Eiffel.

Tra le sue esibizioni più famose figura quella effettuata nel 2014 all'esterno della Fiera internazionale dell'arte a Colonia durante la quale ha "partorito" un'opera d'arte astratta espellendo dalla vagina ovuli riempiti di inchiostro e vernice su una tela.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.