Navigation

Senza il vaccino "giusto" niente certificato Covid svizzero

Il certificato Covid attesta l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dalla malattia o il risultato negativo di un test. Keystone / Pablo Gianinazzi

Per ottenere un certificato elvetico - indispensabile per poter partecipare a una grande manifestazione - bisogna essere vaccinati con un preparato omologato nella Confederazione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 luglio 2021 - 15:10
tvsvizzera.it/mar con Keystone-ATS

In molti Paesi, il vaccino più utilizzato è quello sviluppato da AstraZeneca. Per gli svizzeri residenti all'estero ciò può rappresentare un problema, come ha rivelato la Radiotelevisione svizzero tedesca SRF. Una svizzera domiciliata in Giordania e vaccinata con questo preparato, non ha potuto ricevere il certificato Covid svizzero. Ciò significa che se vuole partecipare a una grande manifestazione organizzata nella Confederazione deve - malgrado la vaccinazione - sottoporsi a un test.

L'Ufficio federale della sanità pubblica ha confermato che il rilascio del certificato da parte della Svizzera nel caso di una vaccinazione all'estero è possibile solo se il preparato è stato autorizzato nella Confederazione e l'immunizzazione è completa. E per ora in Svizzera sono stati omologati solo i vaccini di Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson.

L'autorizzazione per il vaccino di AstraZeneca si fa attendere da mesi. Secondo l'autorità competente Swissmedic, continuano a mancare dati solidi ed affidabili provenienti da studi clinici.

La prassi applicata dall'Ufficio federale della sanità pubblica vale naturalmente non solo per chi è stato vaccinato con AstraZeneca, ma anche per chi ha ricevuto uno degli altri vaccini utilizzati nel mondo (ad esempio Sinovac, Sinopharm o Sputnik), per i quali non è mai stata inoltrata una richiesta di omologazione in Svizzera.

Eccezione per cittadini UE

Vi sono però delle eccezioni. I cittadini dell'Unione Europea vaccinati con il preparato AstraZeneca possono far valere il loro certificato Covid nella Confederazione.

Dal 9 luglio scorso, l'Unione Europea riconosce ufficialmente l'attestato elvetico e la Svizzera reciprocamente quello dell'UE.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.