Seconda Guerra Mondiale A Mosca sfila maestoso l'orgoglio russo

A Mosca "almeno 600mila persone" hanno preso parte, nonostante il maltempo, alla tradizionale marcia che ricorda la vittoria nella Seconda Guerra mondiale, in cui semplici cittadini sfilano con i ritratti dei parenti che hanno combattuto la guerra.


Il presidente Vladimir Putin ha partecipato mostrando pure lui la fotografia del padre. Secondo il ministero dell'Interno, che ha diffuso le cifre, si tratta di un record, visto che è stata superata quota 500mila registrata l'anno scorso, quando la capitale russa era stata "benedetta" con un anticipo d'estate.

Omaggio al Milite ignoto

Vladimir Putin prima della sfilata ha deposto una corona di fiori davanti alla Tomba del milite ignoto, che sorge nei Giardini di Alessandro, sotto le mura del Cremlino. In Russia, come detto, oggi si celebra il 72esimo anniversario della vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale. Dopo un minuto di silenzio, è stato suonato l'inno nazionale russo.

Alla cerimonia hanno partecipato anche il premier russo Dmitri Medvedev, il ministro della Difesa Serghiei Shoigu, il capo dell'amministrazione presidenziale Anton Vaino, il presidente della Corte costituzionale Valeri Zorkin, la presidente del Senato Valentina Matvienko, il presidente della Duma Viaceslav Volodin e il presidente moldavo Igor Dodon.

Parole chiave