Navigation

Se la paura di viaggiare rimane anche dopo il Covid

Ci vorrà del tempo per scrollarsi di dosso quello che abbiamo vissuto e dovremo forse cambiare la nostra idea di vacanza. Keystone / Roman Pilipey

Libertà, vacanze e viaggi. È quello che aspettavamo da tanto tempo. Ma, dopo il lungo periodo di restrizioni che abbiamo vissuto, lasciarsi andare non è così semplice.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2021 - 21:51
tvsvizzera.it/MaMi

Partire, lasciandosi alle spalle mesi di preoccupazioni e timori. Più facile a dirsi che a farsi. Il pensiero di spostarsi, il contatto con le persone, le regole che cambiano da paese a paese... tutto questo può generare ansia e cancellare l'effetto benefico delle ferie. In valigia potrebbero venire con noi anche ansie e paure da contagio. Francesca Campagiorni ne ha parlato con un'esperta.

"Pesa molto sulle memoria delle persone la delusione provata l'autunno scorso quando, dopo la spensieratezza dell'estate, ci siamo trovati ad un grave aumento dei contagi", spiega la la psicologa e psicoterapeuta Piera Serra. Nel servizio sottostante, l'esperta si dice tuttavia ottimista, ecco perché.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.