Navigation

Maxi sequestro di coca a Novazzano, arrestato milanese

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 24 marzo 2017 - 21:22
tvsvizzera/spal con RSI (Quotidiano del 24.3.2017)

Era diretto in Italia il trafficante milanese fermato ieri alla dogana di Novazzano/Ronago con 16 chili di cocaina nascosti nei sedili posteriori dell’auto con targhe tedesche su cui viaggiava.

A insospettire la pattuglia di guardie federali che si trovavano per un controllo nei pressi del valico secondario è stato un filo sporgente. Il veicolo, trasportato a Mendrisio, è stato sopposto a una perizia che ha permesso di individuare all’interno di un vano chiuso con un sofisticato dispositivo elettronico, 14 pani di polvere bianca che sul mercato della droga hanno un valore di alcuni milioni di euro.

Il 45enne è stato arrestato e si trova ora indagato per infrazione grave alla legge federale sugli stupefacenti. L’inchiesta condotta dal procuratore generale del Canton Ticino John Noseda si avvia ad approfondire eventuali collegamenti con altri soggetti.

Sebbene non siano stati numerosissimi recentemente i sequestri di droga ai confini, le autorità federali hanno potuto appurare l’esistenza di traffici internazionali che transitano dal Ticino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.