Navigation

Scontri a Milano #NoExpo

Bruciate auto, vetrine dei negozi sfondate e bombe carta. Una decina di giovani è stata fermata, mentre 11 agenti sono rimasti feriti negli scontri.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 maggio 2015 - 21:06

Tafferugli in corso Magenta durante il corteo dei No Expo: un centinaio di black bloc ha lanciato pietre e bottiglie contro gli agenti disposti in un cordone. Le forze dell'ordine hanno risposto con un lancio di lacrimogeni disperdendo il blocco che intanto sta spaccando vetrine con mazze simili a quelle sequestrate nei giorni scorsi.

Nei pressi di Largo D'Ancona, il crocevia tra corso Magenta e via Carducci, ci sono anche macchine in fiamme e due colonne di fumo nero salgono fin sopra i palazzi a causa di una probabile bomba carta lanciata all'interno di un negozio al piano terra.

A fuoco la sede della BNL

In piazza Virgilio, nel corso del corteo del 1 maggio, i black bloc hanno dato fuoco alla sede della BNL e continuano a lanciare molotov e bombe carta contro la polizia che sta rispondendo con decine di lacrimogeni.

Anche Cadorna colpita

In via Caradosso, non distante da piazza Cadorna, dopo un tafferuglio con le forze dell'ordine molte auto sono in fiamme o danneggiate. Il fumo nero avvolge tutto nella strada, a due passi dalla Basilica di Santa Maria delle Grazie.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.