Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Sciaffusa Arrestato l’uomo con la motosega

(1)

Senza esito le ricerche del folle di Sciaffusa

Senza esito le ricerche del folle di Sciaffusa

Cessato allarme a Sciaffusa. La polizia ha fermato questa sera a Thalwil (canton Zurigo) l'uomo che ieri mattina ha fatto irruzione con una motosega nella sede dell'assicurazione malattie CSS a Sciaffusa ferendo due impiegati, uno dei quali in modo grave.

Lo ha comunicato la polizia sciaffusana, precisando che domani mattina alle 10.00 sarà tenuta una conferenza stampa a tale proposito e fino ad allora non saranno fornite ulteriori informazioni. 

I fatti

L'aggressore – indica una nota delle forze dell’ordine - ha problemi psichici ed è da ritenersi pericoloso, soprattutto se si sente messo alle strette. Per questo motivo la polizia raccomanda a chi lo dovesse vedere di non provare a contattarlo, ma di chiamare il numero 117.Intanto il dipendente dell’assicurazione rimasto gravemente ferito ieri è sempre ricoverato ma la sua vita non è in pericolo. Il secondo impiegato, rimasto ferito in modo più leggero, ha già lasciato l'ospedale. Il bilancio dei feriti comprende anche due clienti della compagnia assicurativa che hanno subito uno choc e un'altra persona rimasta leggermente ferita nel corso dell'operazione di polizia.

Diversi media hanno intanto provato a ricostruire il passato del 51enne, descritto come un personaggio molto introverso che in seguito ad un incidente in macchina soffre di un trauma e riceve una rendita di invalidità, secondo quanto ha riferito al quotidiano Blick il proprietario di un monolocale a Beromünsterl (LU), dove il ricercato ha vissuto fra il 2014 e il 2016.

Tre mesi fa, lo "strano uomo del bosco" aveva inoltre riservato una camera in un hotel di Laax (GR). "Voleva rimanere per un mese e disse che voleva vivere isolato dal resto del mondo. Il giorno successivo fece però perdere le sue tracce", ha dichiarato sempre al Blick il titolare dell'albergo. "Mi disse che non gli ero simpatico, perché riuscivo a leggere nella sua testa".

Il 51enne viveva da circa 4 settimane nel bosco di Uhwisen (ZH), il cui sindaco ha affermato di averlo incontrato più volte mentre portava a passeggio il cane. "Un giorno mi disse che il mio cane aveva una bella capigliatura e poi esclamò frasi sconnesse su Dio".

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 25.7.2017)

×