Navigation

Schiaparelli tace dopo l'impatto con Marte

Il lander europeo ha toccato il suolo marziano ma ha interrotto le comunicazioni. Messa in orbita la sonda TGO

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2016 - 12:50

La sonda Schiaparelli della missione europea ExoMars è arrivato su Marte, ma non dà segnali di vita. Il paracadute si è aperto correttamente e ha inviato tutte le informazioni fino a 50 secondi prima dell'impatto con il suolo marziano.

I tecnici dell'Agenzia spaziale europea (ESA) sperano di ripristinare i contatti nelle prossime ore con il lander ma al momento non si sa se sia ancora integro.

Nonostante il problema i responsabili della missione esprimono soddisfazione: Schiaparelli ha inviato per buona parte della sua operatività i dati richiesti e nell'orbita del pianeta rosso è stata posizionata la sonda TGO che è perfettamente funzionante.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.