Navigation

Scadute oltre 600'000 dosi di vaccino acquistate dal Governo

Keystone / Peter Klaunzer

In futuro, se verranno stimate delle eccedenze, potrebbero essere cedute al programma COVAX, che distribuisce vaccini ai Paesi in via di sviluppo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2022 - 13:05
tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS

Circa 620.000 dosi di vaccino Covid-19 conservate in Svizzera sono scadute. Lo ha indicato ieri sera alla Keystone-ATS l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), confermando una notizia in questo senso della RTS.

Le autorità di Berna dovranno autorizzare lo smaltimento di questi lotti, tutti di Moderna.

Delle dosi scadute, circa 200.000 sono conservate nei frigoriferi cantonali e 420.500 nella farmacia dell'esercito, ha dichiarato Grégoire Gogniat, portavoce dell'UFSP. Il costo della distruzione ammonta a circa un franco al chilo.

Non è escluso che altri lotti subiscano la stessa sorte. Circa 7 milioni di dosi sono ancora in attesa nei frigoriferi dell'esercito, mentre la campagna di vaccinazione è rallentata notevolmente negli ultimi mesi. Per il mese di maggio, il numero di dosi somministrate al giorno è di circa 1200.

Oltre ai vaccini già consegnati, ci sono anche le dosi che sono state prenotate presso i produttori. Il governo federale ha acquistato un totale di 34 milioni di dosi per il 2022.

Se ci sarà un'eccedenza di queste dosi, fino a 15 milioni di esse potrebbero essere cedute al programma COVAX, che distribuisce vaccini ai Paesi in via di sviluppo. Secondo quanto riferito, trattative sono in corso in questo contesto.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?