Navigation

Roma celebra la figura di Jean Arp

Forme liquide, morbide, infinite e indefinite. Leggere e delicate, come fossero plasmate. L'artista attraversa il Novecento, attraversa gli stili e le avanguardie del secolo. Senza però farsi incatenare

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2016 - 20:32

A cinquant'anni dalla morte e a cento anni dalla nascita del dadaismo, di cui fu tra i fondatori, Roma celebra la figura di Jean Arp.

In mostra oltre 80 opere dell'artista alsaziano, svizzero d'adozione, e della moglie Sophie Teuber.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.