Navigation

L’esercito dispiegato nella favela Rocinha

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2017 - 13:55
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 24.9.2017)

Le autorità brasiliane hanno dispiegato un migliaio di soldati nella favela Rocinha di Rio de Janeiro, teatro da una settimana di vere e proprie scene di guerra.

La Rocinha è la favela più grande del Brasile. Da anni è uno dei principali centri del narcotraffico del paese. La violenza è onnipresente (dall’inizio dell’anno ci sono stati 3'000 morti). Tuttavia da circa una settimana gli scontri tra gang rivali sono ulteriormente degenerati.

"È una guerra tra banditi in passato alleati e che oggi vogliono conquistare il monopolio del traffico di droga", ha spiegato il commissario di polizia di Rocinha, Antonio Ricardo Lima.

La polizia è intervenuta in forza, ma non è bastato. Il ministro della difesa Raul Jungmann ha così autorizzato l’invio di quasi un migliaio di soldati, che hanno accerchiato la favela. L’intervento sembra avere dato qualche frutto. La situazione è tornata sotto controllo, hanno annunciato le autorità brasiliane. I soldati rimarranno però sul posto per una durata indeterminata. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.