Navigation

Il ragno, questo sconosciuto

Sono fra le creature meno amate del regno animale, ma la loro utilità è indiscutibile. I ragni sono anche poco studiati. Una situazione che l’università di Berna e il museo di storia naturale della capitale elvetica intendono cambiare.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2017 - 14:30
Contenuto esterno

Sono circa 200'000 le specie di ragni che vivono sul nostro pianeta, ma solo il 30% di esse è realmente conosciuto. La maggior parte di loro non ha neppure un nome. Eppure questi animali a otto zampe, nemici naturali degli insetti, sono utilissimi all'agricoltura e alla natura in generale.

Per conoscerli meglio l’Università di Berna ha avviato, assieme ad altri 34 istituti in tutto il mondo, un programma di ricerca chiamato arachnologia. Lo scopo: catalogare entro i prossimi 30 anni il 95% delle specie di ragno esistenti. Se si continuasse come fatto finora, ha detto un ricercatore alla Radiotelevisione svizzera, “ci vorrebbe un’eternità”.

Per arrivare a conoscere e proteggere meglio il mondo degli aracnidi, agli scienziati bernesi serviranno fondi stimati a 30 milioni di franchi. Sarà importante formare dei ricercatori nelle zone tropicali, dove questi animali sono più presenti e fornire loro il materiale tecnico necessario.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.