Navigation

Restauri d'arte, non solo per opere antiche

Storia di chi combatte contro il deperimento delle opere di artisti moderni come Fontana e Gilardi

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 febbraio 2016 - 16:11

Collezionisti e musei si rivolgono sempre più spesso ai restauratori di opere d'arte contemporanea, come accade per le antichità, alcune opere d'arte di recente realizzazione devono essere affidate alle mani di sapienti tecnici, perché realizzate con materiali poco longevi.

Durante gli anni '50 il diffondersi delle plastiche ha attirato molti artisti a sperimentarne l'utilizzo creativo. Nell'immaginario collettivo la plastica era prodigiosa ed indistruttibile, la reazione del materiale agli effetti del tempo era sconosciuta. Opere d'arte realizzate in materiali plastici, pagate cifre astronomiche, si sono disintegrate, sciolte o polverizzate. Collezionisti danneggiati ed artisti screditati. Casi più fortunati di opere realizzate in plastica hanno manifestato un deperimento contenuto, sul quale tecnici esperti sono potuti intervenire.

Ma non si tratta solo plastica, le opere d'arte contemporanea, a volte, sono assemblaggi di materiali diversi ed incompatibili che tendono a distaccarsi o reagiscono diversamente agli effetti del tempo. Questo e molte altre variabili, rendono il restauro dell'arte contemporanea un'impresa difficile e non ci si può aspettare un risultato definitivo.

La sfida dei restauratori è rallentare il più possibile il deperimento delle opere, intervenendo sulla struttura senza alterarla, mantenendo intatti i concetti originali. Si collabora con l'artista se è in vita o si cerca una mediazione con le fondazioni che ne tutelano l'immagine. Un'etica largamente condivisa, che tracci una linea netta tra dove è possibile intervenire e quando dover rinunciare al restauro di un'opera d'arte contemporanea, non esiste. Ogni restauro ha la sua evoluzione e spesso l'intervento sull'opera è sperimentale.
Eccellenza del restauro delle opere d'arte contemporanea
Nello storico quartiere industriale di Porta Vittoria a Milano, divenuto polo artistico, la società Open Care Restauri offre ogni tipo di servizio o assistenza per le opere d'arte, nello stabilimento è presente un laboratorio interamente dedicato al restauro delle opere d'arte moderna, specializzato in materiali plastici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.