Navigation

Repressione contro gli uiguri, la testimonianza di una sopravvissuta

Nel mirino di Pechino vi sarebbero anche gli uiguri che vivono all'estero. Residente in Francia da anni, Gulbahar Haitiwaji è stata attirata con una scusa in Cina, dove è stata arrestata e internata in un campo. Grazie alla mobilitazione internazionale è poi stata liberata. Da questa drammatica esperienza ha tratto un libro, da poco tradotto in italiano. La Radiotelevisione svizzera l'ha incontrata.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 dicembre 2021 - 21:08
Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?