Navigation

Papa Francesco favorevole alle unioni civili per le coppie omosessuali

Sono tra le parole più chiare mai utilizzate dal Papa sul tema dall'inizio del suo pontificato. Keystone / Vatican Media Handout

Il Papa ha dichiarato che serve una legge sulle unioni civili per le coppie omossessuali. Lo ha fatto in "Francesco", un documentario del regista russo Evgeny Afineevsky presentato mercoledì al Festa del cinema di Roma.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2020 - 21:50

"Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili.

 Sono le parole di Papa Francesco, pronunciate nel documentario. "In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo", dice, riferendosi probabilmente all'epoca in cui era arcivescovo di Buenos Aires e, benché opposto alla legge per il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ha difeso una sorta di protezione legale per le coppie gay.

Sono tra le parole più chiare mai utilizzate dal Papa sul tema dall'inizio del suo pontificato nel 2013, ma non il primo segnale di apertura. A proposito della questione su come un omossessuale potesse condurre una vita cristiana aveva pronunciato le ormai famose parole: "Chi sono io per giudicare?".

Nel Telegiornale le considerazioni dell'esperto di questioni religiose Bruno Boccaletti:  

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/Zz/reuters con RSI (TG del 21.10.2020)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.