La televisione svizzera per l’Italia

Referendum Covid, il Governo difende le attuali norme

Per Alain Berset la pratica Covid non è completamente archiviata.
Per Alain Berset la pratica Covid non è completamente archiviata. © Keystone / Anthony Anex

Il Covid-19 resta un virus imprevedibile e le norme ancora in vigore devono essere prorogate fino a giugno 2024. Lo ha detto il presidente della Confederazione Alain Berset che ha difeso le ultime modifiche della legge contro cui è stato lanciato il referendum.

Di fronte al coronavirus, la cui evoluzione non è certa, le autorità devono poter avere la possibilità di adottare misure collaudate, per via ordinaria, senza dover di nuovo ricorrere al diritto d’urgenza.

Contenuto esterno

La proroga decisa lo scorso dicembre dal Parlamento, ha ricordato il ministro della sanità, riguarda solo alcune disposizioni della legge Covid-19, mentre la maggior parte delle norme è già stata abrogata. Gli obiettivi di questo prolungamento sono due: permettere di intervenire per proteggere le persone particolarmente vulnerabili e applicare immediatamente misure in caso di una nuova ondata pandemica.

+ Perché la Svizzera vota per la terza volta sulla legge Covid?

Importazioni di farmaci e ricerca

Le disposizioni, che rimarranno in vigore fino a fine giugno del prossimo anno, permetteranno, ad esempio, di continuare a importare i farmaci contro il Covid-19, anche se non ancora omologati in Svizzera, come quelli che da settembre 2020 sono stati somministrati alle e ai pazienti a rischio. Inoltre si potrà continuare ad emettere certificati Covid, soprattutto se necessario per i viaggi all’estero.

Altre agevolazioni riguardano il mondo professionale dove il Governo, grazie alla legge sottoposta alle urne, può imporre alle aziende datrici di lavoro di concedere il telelavoro alle persone particolarmente vulnerabili.

Inoltre, in caso di chiusura delle frontiere, permetterebbe alle frontaliere e ai frontalieri di continuare a entrare in Svizzera, ha sottolineato il presidente della Confederazione (sono 34’000 le e i pendolari d’oltreconfine che lavorano in ospedali e case di cura elvetici).

La legge Covid-19 è stata modificata per l’ultima volta lo scorso dicembre. La sua scadenza era prevista per il 31 dicembre 2022, ma il Parlamento ha prorogato alcune disposizioni fino alla fine di giugno 2024. La modifica è stata dichiarata urgente ed è entrata subito in vigore. Per il Parlamento la comparsa di una variante pericolosa al momento non può essere esclusa. È stata creata come base giuridica temporanea all’apice della pandemia ed è in vigore dal 26 settembre 2020. Modificata più volte e oggetto di due referendum, è stata approvata dal popolo a giugno e a novembre 2021 con oltre il 60% dei voti.

Per Alain Berset e il Governo federale la proroga della legge fornisce una base legale per finanziare programmi di sviluppo di medicinali contro il Covid in Svizzera: attualmente sono in fase di sviluppo due preparati promettenti, ma necessitano di ancora qualche tempo prima di poter presentare domanda di omologazione. La proroga al giugno 2024, ha sottolineato il consigliere federale friburghese, è quindi particolarmente importante in questo caso.

Contagi in regresso

Il numero di infezioni è diminuito notevolmente nel corso del 2022. Secondo gli ultimi dati disponibili dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), tra il 10 e il 23 aprile di quest’anno sono stati confermati 2’147 casi.

Secondo il comitato referendario, la proroga di una legge non più necessaria lascia in vigore i certificati Covid e altre misure che considera discriminatorie. Inoltre, a suo avviso, l’abolizione della legge aiuterebbe a superare le divisioni nella società causate dalle misure di protezione. Se l’oggetto venisse respinto alle urne il 18 giugno, le disposizioni saranno abrogate a metà dicembre 2023.

Attualità

L'entrata di una filiale della banca UBS in Ticino.

Altri sviluppi

L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza

Questo contenuto è stato pubblicato al La concorrenza in ambito bancario in Svizzera non è stata minacciata dall'acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS. È quanto comunica l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari al termine della sua procedura di controllo.

Di più L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza
Parco solare di St. Imier.

Altri sviluppi

Transizione energetica, la Svizzera tra i Paesi più virtuosi

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel campo della transazione energetica, la Svizzera si piazza al quarto rango mondiale. Meglio della Confederazione lo fanno solo tre Paesi scandinavi, Svezia, Danimarca e Finlandia.

Di più Transizione energetica, la Svizzera tra i Paesi più virtuosi
Il procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler

Altri sviluppi

Maggior peso al controspionaggio

Questo contenuto è stato pubblicato al È il pensiero del procuratore generale della Confederazione. La minaccia per la Svizzera derivante dallo spionaggio straniero, in particolare russo e cinese, resta elevata.

Di più Maggior peso al controspionaggio
Naufragio del 17 giugno 2023 al largo della Calabria.

Altri sviluppi

Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore

Questo contenuto è stato pubblicato al Le tragedie hanno causato la morte di almeno 16 persone. Un numero molto approssimativo perché - stando alle testimonianze - i dispersi sarebbero decine.

Di più Due naufragi nel Mediterraneo in 24 ore
soldati svizzeri

Altri sviluppi

Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo la Commissione delle finanze, anche quella della politica di sicurezza del Nazionale è a favore di un aumento di ulteriori 4 miliardi di franchi per il periodo 2025-2028.

Di più Via libera ad altri 4 miliardi per l’esercito svizzero
Siringhe

Altri sviluppi

Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria

Questo contenuto è stato pubblicato al Lo rende noto l'Ufficio federale della sanità pubblica precisando che a partire dal mese di luglio 2024, le assicurazioni malattia copriranno le spese solo alle persone a cui l'immunizzazione verrà raccomandata.

Di più Per vaccinarsi contro il coronavirus si dovrà pagare di tasca propria
Una filiale di Meletronics.

Altri sviluppi

Migros taglia 415 posti e vende Melectronics

Questo contenuto è stato pubblicato al Migros sopprime altri 415 posti di lavoro. I tagli fanno parte della ristrutturazione del Gruppo Migros annunciata a inizio di febbraio, che prevede la soppressione di quasi 1'500 impieghi su un organico complessivo di circa 100'000 dipendenti.

Di più Migros taglia 415 posti e vende Melectronics

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR