Navigation

Razzi presto in missione di pace per la Siria

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 03 marzo 2017 - 11:39
Joe Pieracci e Fabio Salmina, RsiNews, RSI (rsionline)

Era un umile operaio tessile. È diventato un politico nell'Italia dei valori di Antonio di Pietro. Poi è passato tra accuse e polemiche a Forza Italia diventando un fedelissimo di Silvio Berlusconi. E ora, anche grazie alla riuscitissima imitazione di Maurizio Crozza, è una star.

Antonio RazziLink esterno, senatore della Repubblica italiana, in questi giorni è tornato in Svizzera, ad Emmenbrücke, alle porte di Lucerna, dove è tutt'ora residente, per visitare suo figlio e partecipare al carnevale. E lì lo abbiamo incontrato.

L'occasione per un'intervista a tutto campo: dalla sua "amata Svizzera", alla passione per il tennis in Ticino e la Val Verzasca, dalle previsioni sulla data del voto per il rinnovo del Parlamento italiano, alle visite alla Corea del Nord di Kim Jong-un, fino alla prossima missione politica a fianco dei russi da Assad per cercare di portare la pace in Siria in veste di segretario della commissione permanente degli affari esteri del Senato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.