Navigation

La vecchia e la nuova Lega si ritrovano a Pontida

Circa 75'000 persone arrivate da tutta Italia, secondo le cifre indicate dagli organizzatori, si sono ritrovate domenica nella località lombarda per il tradizionale raduno della Lega.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2018 - 08:59
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG dell'1.7.2018)
Contenuto esterno

L'incontro organizzato nella località padana è stato l'occasione per ribadire il nuovo corso del movimento fondato più di 35 anni fa da Umberto Bossi: non più un partito regionalista, bensì un partito di respiro nazionale.

Sul "sacro prato" di Pontida le magliette blu salviniane affiancavano quelle con la scritta "Prima il nord", mentre tra le bandiere che sventolavano vi era anche quella della Trinacria, simbolo della Sicilia.

Intervenendo alla manifestazione, Matteo Salvini è anche andato oltre, lanciando quella che ha ribattezzato "la Lega delle Leghe", una sorta di lista transnazionale di stampo nazionalista e identitario da presentare alle elezioni europee del 2019.

Elezioni – ha detto Salvini – "che saranno un referendum fra l'Europa delle élite, delle banche, della finanza, dell'immigrazione e del precariato, e l'Europa dei popoli e del lavoro".

 

 



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.