Navigation

Donald Tusk riconfermato presidente del Consiglio europeo

Il polacco Donald Tusk è stato rieletto giovedì presidente del Consiglio europeo, malgrado l’opposizione del suo paese natale. Ho ottenuto il sostegno degli altri 27 capi di Stato e di governo dell’Unione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2017 - 20:36
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 09.03.2017)
Contenuto esterno


Il polacco è apparso commosso nel breve ringraziamento dopo la riconferma del mandato di Presidente del Consiglio europeo, che durerà fino al 30 novembre 2019.

 Tusk si è rivolto ai 28 leader affermando, tra l'altro, che "può sembrare un paradosso oggi, ma la vostra decisione è un'espressione della nostra unità”.

Unità ma non unanimità. La Polonia stessa si è infatti opposta. Varsavia aveva proposto come alternativa un eurodeputato conservatore, ma tutti gli altri governi hanno scelto la riconferma.

Il leader del partito "del diritto e della giustizia", Jaroslav Kacinski, attualmente al potere in Polonia, ha nei confronti di Tusk una lunga faida personale. Il governo polacco accusa Tusk di avere preso, nel suo ruolo europeo, delle posizioni contrarie agli interessi della sua stessa patria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.