Navigation

Quando voltare la pagina del Covid-19 richiede molto tempo

Affaticamento, perdita del gusto e dell'odorato, difficoltà respiratorie e emicrania sono in sintomi più frequenti del 'Covid lungo'. Keystone / Alessandro Crinari

Quattro persone su dieci hanno ancora sintomi sette mesi dopo l'infezione. È il risultato di uno studio svolto dall'Ospedale universitario di Ginevra e dall'Università di Ginevra.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2021 - 13:20
Keystone-ATS/mar

Che su molte persone il Covid-19 avesse effetti a lungo termine è chiaro ormai da tempo. Una ricerca condotta a Ginevra conferma che il 'Covid lungo' o 'Long Covid' colpisce probabilmente più malati di quanto si credeva.

Lo studio è stato condotto su 410 persone infettate dal virus, ma che non hanno avuto gravi complicazioni necessitanti un ricovero in ospedale. Il 39% di loro ha dichiarato di avere ancora dei sintomi più di sette mesi dopo aver contratto l'infezione.

Tra i sintomi più comuni vi sono l'affaticamento (20,7%), la perdita del gusto e dell'odorato (16,8%), le difficoltà respiratorie (11,7%) e l'emicrania (10%). I risultati sono paragonabili a studi internazionali dello stesso tipo, condotti però su un numero minore di partecipanti.

Il 'Covid lungo' sembra colpire più le donne degli uomini, ha rilevato la dottoressa Mayssam Nehme, capoclinica presso l'Ospedale universitario di Ginevra. "L'incidenza è più elevata tra le pazienti donne, soprattutto per quanto concerne l'affaticamento, le difficoltà respiratorie e il mal di testa".

Contenuto esterno

Anche i giovani e le persone in buona salute

Per contro non sembrano esserci differenze tra le fasce d'età. Tutti sono colpiti, compresi i giovani e le persone in buona salute.

Tuttavia, la prevalenza di certi sintomi varia a seconda dei gruppi d'età. Ad esempio, le persone tra 40 e 60 anni hanno più dolori muscolari.

Inoltre, le persone che hanno avuto sintomi Covid-19 più forti nei giorni successivi all'infezione avevano più probabilità di sviluppare sintomi persistenti.

"Sorprendentemente" i sintomi possono anche scomparire e riapparire nel tempo. Al momento, questo fenomeno resta inspiegabile.

In generale, i sintomi persistenti di Covid-19 sono da lievi a moderati. Tuttavia, influenzano la qualità della vita. "Le persone che erano in ottima forma prima della loro infezione non lo sono chiaramente più dopo", ha sottolineato il professor Idris Guessous, epidemiologo della facoltà di medicina dell'Università di Ginevra.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.