La televisione svizzera per l’Italia

Quando il lago di Zurigo diventò una pista di ghiaccio

persone camminano su superficie di lago ghiacciato
Pattinare sul lago di Zurigo: non capiterà probabilmente mai più. Keystone / Eduard Leuthold

Nel corso del freddissimo inverno del 1963 il lago di Zurigo gelò. Per settimane migliaia di persone hanno potuto passeggiarci e pattinarci sopra, sotto stretta sorveglianza delle autorità (in motoslitta).

Con le alte temperature che stanno interessando la Svizzera negli ultimi giorni sembra impensabile, ma… 60 anni fa è gelato il lago di Zurigo. Era l’inizio di febbraio del 1963 e il ghiaccio era abbastanza spesso da permettere alle persone di camminarci sopra per diverse settimane, dopo esservi state autorizzate dalle autorità. Durante la cosiddetta “Seegfrörni” (svizzero tedesco per “lago ghiacciato”), la polizia pattugliava il lago con la motoslitta.

Nel corso di quell’inverno estremamente freddo il lago di Zurigo cominciò a gelare nella parte più alta, nel bacino di Rapperswil. Ghiaccio che poi si è esteso verso la parte bassa, fino ad arrivare al bacino di Zurigo.

Migliaia di persone, affascinate da quel fenomeno, scesero a camminare o a pattinare sul lago e l’evento più unico che raro si trasformò in una festa popolare. “Prima che un lago di queste dimensioni possa gelare ci vuole un freddo davvero molto persistente”, ha spiegato il meteorologo Stefano Zanini ai microfoni della Radiotelevisione della Svizzera italiana. 

Prima del 1963 il lago è stato ghiacciato molte volte, ma è difficile (anche se non impossibile) che ricapiti in futuro: “Non si può dire che sia stata l’ultima volta, ma vista l’evoluzione delle temperature durante l’inverno che abbiamo osservato negli ultimi 100-150 anni, ossia un netto riscaldamento, dobbiamo aspettarci che fenomeni di questo tipo in futuro – se si verificheranno ancora – saranno comunque sempre più rari”, spiega Zanini.

Attualità

Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea
Container al porto fluviale di Basilea.

Altri sviluppi

Ripresa del commercio estero svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo un inizio d'anno poco dinamico le esportazioni sono tornate a crescere con vigore nel secondo trimestre.

Di più Ripresa del commercio estero svizzero
Il Tribunale penale federale a Bellinzona.

Altri sviluppi

Algerino rinviato a giudizio per terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Procura federale il presunto militante dello Stato Islamico (ISIS), la cui domanda d'asilo in Svizzera era stata respinta, progettava un attentato in Francia.

Di più Algerino rinviato a giudizio per terrorismo
Traffico veicolare in una città svizzera.

Altri sviluppi

Radar anti-rumore a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha testato lo scorso anno nella città di Calvino alcuni nuovi apparecchi, nell'ambito di un progetto pilota che ha lo scopo di sanzionare in modo più efficace il rumore eccessivo sulle strade.

Di più Radar anti-rumore a Ginevra
prigionieri di guerra salgono su un bus.

Altri sviluppi

Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

Questo contenuto è stato pubblicato al Russia e Ucraina hanno liberato 95 prigionieri di guerra a testa, a meno di un mese dal precedente scambio.

Di più Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR