Navigation

Puntualità record per i treni svizzeri

Pochi ritardi per i convogli svizzeri, un po' meno bene però i treni merci. Keystone / Alessandro Della Valle

Nel 2021 il 92% dei convogli ha viaggiato con meno di tre minuti di ritardo, secondo quanto hanno reso noto le Ferrovie federali (Ffs).

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2022 - 13:25
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

In passato c'è chi ha fatto della puntualità dei treni, anche in Italia, un vanto e persino un programma di governo. Su questo aspetto sembra comunque che le Ferrovie elvetiche (Ffs) siano messe piuttosto bene.

Proprio oggi la compagnia di trasporto federale ha fatto oggi sapere che l'anno scorso il 92% dei convogli del traffico viaggiatori è giunto in stazione con un ritardo inferiore ai tre sull'orario. Ancora più rilevante è il dato delle coincidenze, in base la quale il 98,9% degli utenti ha potuto effettuare il previsto cambio treno.

Meno viaggiatori per la pandemia

In proposito le FFS riconoscono che l'ottimo risultato è da ricondurre anche al ridotto numero di passeggeri a causa della pandemia, che ha alleggerito il sistema ferroviario. Non a caso la tempestività treni è stata migliore solo nel 2020, quando la mobilità delle persone è stata estremamente esigua a causa delle restrizioni varate dal governo.

Inoltre sono rilevabili differenze stagionali e geografiche. Criticità si sono infatti evidenziate in novembre, per cause climatiche, e in Romandia, essenzialmente per problemi tecnici.

Meno bene il traffico merci

Nel traffico merci le cose sono andate meno bene: solo il 91% ha rispettato l'orario, due punti al di sotto dell'obiettivo previsto, e questo è ritenuto dai vertici delle Ferrovie federali un risultato insoddisfacente.  

Sulle cause dei ritardi cumulati nell'anno che si è appena chiuso le Ffs forniscono in una nota diverse spiegazioni: grandi lavori di costruzione e manutenzione, rallentamenti nella liberazione delle tratte, carenza di macchinisti e malfunzionamenti del materiale rotabile.

In proposito è proprio l'orario, ritenuto non più adatto alle circostanze attuali, la principale in cui le Ferrovie federali si sentono impegnate. Il numero di viaggiatori è aumentato negli ultimi decenni ed è necessario più tempo per salire, scendere ed effettuare eventuali cambi. L'azienda di trasporto dice in proposito che sta lavorando a "una pianificazione dell'orario migliore e più attendibile" per garantire alla clientela "una ferrovia affidabile e solida".

Rete ferroviaria al top

Per inquadrare la questione va però forse sottolineato che la Svizzera dispone di una delle reti ferroviarie più estese e capillari del continente, per un totale di circa 5'100 chilometri. La maggior parte delle linee, circa 3'200 km, è gestita dalla Ferrovie federali svizzere.

Secondo lo European Railway Performance IndexLink esterno la rete ferroviaria elvetica è la migliore in Europa per quanto concerne i passeggeri trasportati, la puntualità dei treni, i chilometri percorsi per passeggero e gli incidenti.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?