La televisione svizzera per l’Italia

Primo caso di suicidio assistito per un detenuto svizzero

Prigione del Canton Zugo a Bostadel
Il carcere di Bostadel nel cantone di Zugo, in Svizzera. @Canton Zugo

Un carcerato ha posto fine alla sua vita con l'aiuto dell'organizzazione di suicidio assistito EXIT. È la prima volta che accade in Svizzera.

Secondo l’edizione di giovedì del quotidiano Wochenzeitung , un detenuto del carcere di Bostadel, nel cantone di Zugo, è morto con l’aiuto dell’organizzazione per il suicidio assistito il 28 febbraio. Il suicidio assistito è stato eseguito fuori dalla struttura penitenziaria.

Il Dipartimento di Giustizia del Canton Zurigo ha confermato alla radio pubblica svizzera SRF di aver dato il via libera al suicidio assistito, ma non ha fornito ulteriori dettagli sul caso e sul detenuto che si è avvalso di tale diritto.

+ Yoshi viaggia dal Giappone alla Svizzera per morire

Secondo il dipartimento di giustizia di Zurigo, l’eutanasia non può essere negata solo perché una persona è stata condannata o sta scontando la sua pena dietro le sbarre.

La Wochenzeitung scrive che il Centro di competenza svizzero per l’esecuzione delle pene penali ha redatto un documento in cui si afferma che gli internati hanno in linea di principio il diritto al suicidio assistito con l’aiuto di una terza persona. Tuttavia, è necessario l’accordo dell’autorità giudiziaria competente in tutti i casi prima che tale suicidio possa essere eseguito.

+ Perché il suicidio assistito è normale in Svizzera

La legge svizzera tollera il suicidio assistito quando i pazienti lo eseguono in prima persona, senza l’intervento diretto di terzi. Le persone  che li assistono, in genere volontari di associazioni del ramo che forniscono i farmaci letali, non devono avere alcun interesse (soprattutto di tipo finanziario) nella loro morte. Secondo le direttive dell’Accademia svizzera delle scienze mediche, l’assistenza al suicidio è riservata a coloro che soffrono di gravi malattie o perdita di capacità fisica che causano “sofferenze insopportabili”.

Il suicidio assistito è legale nel Paese dagli anni ’40: casi di questo tipo rappresentano circa l’1,5% dei 67’000 decessi registrati in media ogni anno nella Confederazione.

Attualità

gommone di migranti in mare

Altri sviluppi

I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per i soccorsi dei e delle migranti in mare si ricorre alle navi, ma perché esse possano operare c'è bisogno di monitorare le acque e per queste operazioni si ricorre ad aerei ai cui comandi ci sono piloti svizzeri.

Di più I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri
hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR