Prima del ritorno in Libano L'ex premier libanese Hariri ospite di Macron a Parigi

Saad Hariri è atterrato stamani all'aeroporto Bourget di Parigi. A mezzogiorno l'ex premier libanese ha incontrato all'Eliseo il presidente francese Emmanuel Macron. Ma è giallo sul suo soggiorno saudita. L'ex premier dovrebbe ritornare in Libano il 22 novembre.


Hariri arriva a Parigi, su invito di Macron, in un contesto di forte tensione fra Arabia Saudita e Iran. Prima di lasciare la capitale saudita, l'ex primo ministro libanese, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani aveva annunciato a sorpresa le sue dimissioni, si è incontrato ieri sera con il principe ereditario Mohammad ben Salman. Prima di partire, ha dichiarato: "Dire che sono trattenuto in Arabia Saudita e che mi è vietato lasciare il Paese è una menzogna".

Dopo l'atterraggio del suo aereo privato, l'ex premier libanese è stato preso in consegna da una scorta. Motociclisti hanno accompagnato il convoglio di Hariri e della moglie Lara fino alla loro residenza parigina. Macron, in un'operazione di mediazione nella regione, ha invitato a Parigi Hariri e la famiglia "per qualche giorno o qualche settimana" per cercare di uscire dalla difficile situazione dopo le dimissioni.

Si è poi appreso che Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Secondo quanto riporta l'agenzia ufficiale Ani, "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì".

Parole chiave