Navigation

Email spiate dal datore di lavoro, non è illegale in Svizzera

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2018 - 13:02
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 12.1.2018)

In Svizzera può succedere che le email dei dipendenti vengano lette e salvate da parte del datore di lavoro.

Si tratta di una pratica legale, ovviamente con alcuni limiti, come testimonia il caso di alcune banche dove i collaboratori sono informati su questa eventualità.

I rispettivi regolamenti interni possono infatti prevedere che le email vengano conservate per un certo lasso di tempo e che alcune persone siano autorizzate a visionarle.

Ma spesso succede che il personale non sia adeguatamente avvisato di questa eventualità o manchino specifici regolamenti.

In alcuni ambiti professionali è previsto ad esempio che possibili accertamenti possano scattare, previa autorizzazione, in presenza di un traffico elevato di messaggi elettronici. Ma gli abusi, soprattutto nelle realtà meno strutturate, sono dietro l’angolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.