Navigation

Polanski rinuncia al Festival

Era atteso a Locarno per una masterclass e la proiezione di 'Venere in pelliccia'; non parteciperà per evitare 'tensioni e controversie'

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2014 - 21:32

La presenza di Roman Polanski al Festival del film Locarno era stata contestata da diverse personalità del mondo politico e civile ticinese a causa delle vicissitudini giudiziarie che lo avevano visto protagonista in gioventù, in particolare il procedimento contro di lui tutt'ora pendente negli Stati Uniti per aver abusato di una ragazzina tredicenne negli anni '70. Da allora Polanski vive in Europa.

Il regista ha comunicato la sua decisione agli organizzatori con un messaggio che riportiamo integralmente.

"Cari amici,
mi dispiace dovervi comunicare che dopo aver constatato che la mia apparizione al Festival di Locarno avrebbe potuto provocare tensioni e controversie da parte di persone contrarie alla mia presenza, ma di cui rispetto le opinioni, ho deciso a malincuore di rinunciare a parteciparvi.
Mi rattrista sinceramente deludere le vostre aspettative.

Roman Polanski"

Red MM

Segui il Festival del film Locarno su www.rsi.ch/pardoLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.