Navigation

Pioggia di miliardi nelle infrastrutture USA, Biden: "Creeremo milioni di posti"

Forse finalmente un punto a favore del presidente USA Joe Biden, in calo nei sondaggi. Keystone / Jim Lo Scalzo

La Camera del Congresso USA ha dato il via libera al vasto piano da oltre mille miliardi di dollari per il massiccio potenziamento infrastrutturale del paese su cui si era speso in prima persona il presidente Joe Biden.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2021 - 20:59
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

Gli ultimi correttivi al programma hanno ricompattato progressisti e moderati all'interno del partito democratico che hanno così raggiunto l'intesa sul testo definitivo, che era già stato adottato dal Senato.

In base all'accordo, l'altro pacchetto di misure sociali e per il clima messo a punto da Biden, per un totale di oltre 1'800 miliardi di dollari, sarà votato in un secondo tempo dalla Camera, a condizione però che le stime di spesa del Congresso coincidano effettivamente con quelle della Casa Bianca.

Con il varo del piano Joe Biden incassa un indubbio successo politico, in un momento in cui i sondaggi lo stanno penalizzando, sia per la vicenda afghana che per la gestione della pandemia.

Contenuto esterno

Il pacchetto, che fa parte dei pilastri dell'agenda economica della Casa Bianca, prevede tra le altre cose una spesa di 550 miliardi di dollari per ammodernare la rete dei trasporti, sviluppare la banda larga e riformare la rete di servizi pubblici.

Si tratta senz'altro del provvedimento più importante approvato dal Congresso da quando Biden è arrivato alla Casa Bianca, insieme al pacchetto da 1'900 miliardi di dollari approvato la scorsa primavera per contrastare la pandemia e le sue conseguenze economiche e sociali.

"Creeremo milioni di posti di lavoro ben pagati per costruire e ammodernare strade, ponti, ferrovie, porti. Uno sforzo sulle grandi opere mai fatto, un passo monumentale", ha commentato il presidente americano dopo il pronunciamento del Congresso.

"Stiamo ricostruendo l'America e ora tocca al pacchetto per il welfare e la lotta ai cambiamenti climatici" che "sarà approvato alla Camera e al Senato", ha continuato Joe Biden, secondo cui il suo imponente programma "non aumenta il deficit, anzi lo ridurrà nel lungo termine, perché le misure di spesa verranno finanziate facendo pagare ai più ricchi il giusto, quello che devono" mentre "non aumenterò nemmeno di un centesimo le tasse per chi guadagna meno di 400 mila dollari l'anno".

A suo giudizio infatti "non può essere che le grandi società paghino zero tasse. Vedremo nei prossimi mesi se questo genere di provvedimenti saranno in grado di far dimenticare agli statunitensi il flop americano in Afghanistan.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.