Navigation

Automobili "made in Switzerland", rimane solo la nostalgia

Salvo qualche prototipo all’avanguardia e la Sauber in Formula 1, non esiste una vera e propria marca di automobile elvetica. Non è sempre stato così, però. Nel 1910, la Pic-Pic, vettura di lusso creata dei ginevrini Paul Piccard e Lucien Pictet, ebbe un grande, ma breve, successo. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2017 - 20:56
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 09.03.2017)
Contenuto esterno

Esistono oggi solo 8 modelli di quella che è stata definita la Rolls Royce elvetica. La breve vita della Pic-Pic terminò nel 1920 e con lei anche la storia della produzione automobilistica in Svizzera, paese che, salvo alcuni prototipi all’avanguardia e la Sauber in Formula 1, non ha mai più avuto una vera e propria marca nazionale.

"È un vero peccato date le competenze tecnologiche svizzere", ha detto alla Radiotelevisione svizzera Andreas Hausherr, della banca Pictet, a cui appartengono due esemplari di Pic-Pic. “Ma i costi di produzione sarebbero troppo elevati e i clienti in grado di comprare le nostre macchine sarebbero troppo pochi”.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.