Navigation

Ecco come difendersi da zecche e zanzare

Zecche e zanzare. Si nutrono del nostro sangue e possono trasmetterci delle malattie, anche gravi. In Ticino sono ormai parte dell’habitat naturale e non è più possibile eliminarle. Nessun allarme, ma bisogna essere attenti e previdenti, essere coscienti cioè del pericolo che rappresentano. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2018 - 11:00
Francesca Luvini, RSI Falò
Contenuto esterno

La lotta per contrastare la zanzara tigre è cominciata da qualche anno ormai e in diverse zone del Cantone Ticino si assiste ad un contenimento del fenomeno. Per le zecche il quadro è diverso: la stagione 2018 è iniziata con una forte crescita delle punture e delle malattie ad essa associate. 

Come si spiega questa proliferazione di zecche e zanzare? E quali sono le strategie che si possono adottare per evitare di essere contagiati? La trasmissione di approfondimento della Radiotelevisione svizzera "Falò" vi propone un reportage con vittime di punture, biologi e medici per capire come difendersi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.