Navigation

Trasferta a Washington di due ministri svizzeri

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2017 - 19:35
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 14.10.2017)

Non è passata inosservata la presenza di due consiglieri federali nella delegazione elvetica che partecipa al vertice autunnale a Washington del Fondo monetario internazionale e della Banca Mondiale.

I due ministri Ueli Maurer e Johann Schneider-Ammann non hanno infatti perso l’occasione per promuovere l’immagine della piazza finanziaria rossocrociata, messa sulla graticola qualche anno fa dalla giustizia statunitense con la quale le banche hanno poi stipulato vari accordi ed emendato le loro colpe (anche se qualche contenzioso resta ancora in sospeso).

In una serie di incontri i due rappresentanti dell’esecutivo federale hanno potuto avvicinare parlamentari, diplomatici e operatori finanziari statunitensi per i quali la vertenza tra i due paesi è ormai alle spalle.

Del resto la strategia caldeggiata dallo stesso governo svizzero, favorevole alla massima trasparenza nel settore finanziario, risponde agli standard internazionali affermatisi nell’ultimo decennio.

E, come ha sottolineato il responsabile del Dipartimento federale dell’economia Schneider-Ammann, non sembra creare problemi con Washington nemmeno la bilancia commerciale tra i due paesi che attualmente avvantaggia in modo marcato l’export della Confederazione.    

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.