Navigation

Omicron, l'America Latina corre ai ripari

Contenuto esterno

L’America Latina, che è stata una delle regioni più colpite dalla pandemia, in questo momento non è epicentro del virus, ma i Governi stanno correndo ai ripari in vista della diffusione della nuova variante Omicron. Ogni Paese ha però adottato una sua linea

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 dicembre 2021 - 12:57
tvsvizzera.it/mrj

L’Ecuador è stato il primo in America Latina a fissare l’obbligatorietà della vaccinazione e il primo al mondo a farlo già con i bambini a partire dai cinque anni. Una decisione che ha suscitato molte proteste, ma il Governo non ha voluto cambiare idea, nonostante lo scetticismo dell’opinione pubblica.

Regole severe anche in Bolivia, lo Stato più povero del Sudamerica, dove la campagna vaccinale è partita tardi e con poche dosi. Le autorità hanno infatti fissato pene severe per chi viola le norme di isolamento: dal 1. gennaio chi frequenta i luoghi pubblici senza passaporto vaccinale rischia fino a 10 anni di carcere.

L’Argentina dal canto suo sta vivendo un aumento esponenziale dei contagi: la variante omicron si sta diffondendo rapidamente, anche a causa delle feste di fine anno e dell’arrivo della bella stagione. Le misure di contenimento sono saltate e l’isolamento - soprattutto nelle aree urbane - non viene rispettato.

Numerose le polemiche in Brasile, invece. La corte Suprema ha autorizzato la vaccinazione dei bambini dai 6 anni in su ma il presidente Bolsonaro non ci sta.  Già negazionista del virus, oggi lo è dei vaccini e si oppone a qualsiasi forma di Green Pass a livello nazionale, nonostante le 619'000 vittime, che fanno del Brasile il secondo Paese al mondo più colpito dalla pandemia. 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?