Navigation

Odissea in aeroporto: bloccate per tre giorni a Zurigo

Sabato scorso all’aeroporto di Kloten, il caos, prima del volo verso San Paolo. © Keystone / Gaetan Bally

Viaggiare in tempi di Covid, lo sappiamo, può essere complicato. Ma la storia di tre donne locarnesi sembra un vero e proprio poema epico.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 luglio 2021 - 21:04
tvsvizzera.it/MaMi

Le sfortunate protagoniste - due giovani e la loro madre -  erano dirette da Zurigo a San Paolo con un volo Swiss che è stato ritardato di ben tre giorni. Questo perché il test PCR di una passeggera non era valido. Ma poi la vicenda si è complicata ancora di più.

A raccontare alla RSI come sono andate le cose è il marito e padre delle tre ticinesi, che vuole sporgere denuncia contro la compagnia aerea elvetica per queste gravi inadempienze. Swiss da parte sua ha ammesso incomprensioni e ha aperto un'inchiesta interna. Il servizio del TG.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.