Navigation

Nuova vita per Casa Stradivari

Fabrizio von Arx con il suo Stradivari "The Angel" Keystone/ Valentin Flauraud

Il violinista solista svizzero di origine napoletana Fabrizio von Arx ha creato la Fondazione Casa Stradivari per salvare l’atelier cremonese del famoso liutaio Antonio Stradivari (1648-1737).

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2022 - 19:58
tvsvizzera.it/mrj con Keystone-ATS

L’obiettivo del musicista italo-svizzero è quello di ristrutturare l'atelier dove lavorò il grande maestro per farne un luogo di cultura “vivo”. “È una grande emozione far rivivere casa Stradivari, ma al contempo è anche un’immensa responsabilità. Sarà una casa ricca di idee e d’ispirazione per i giovani musicisti”, ha detto von Arx, direttore artistico della Fondazione.

L’intenzione è di trasmettere l’approccio artistico e il pensiero poetico che caratterizzavano il grande maestro.

Diverse masterclass saranno organizzate per studenti dai 13 ai 16 anni di età e la Casa Stradivari andrà anche incontro al suo pubblico internazionale, spostandosi e facendosi conoscere anche fuori da Cremona.

L’idea di ristrutturare Casa Stradivari è venuta a Farizio von Arx durante un viaggio in occasione dei 300 anni del suo strumento Stradivarius, “The Angel” (ex Madrileno), nel corso del quale ha voluto tornare alle sue origini. Nel settembre 2020 è quindi salito a bordo della sua auto, ha guidato da Ginevra a Cremona e durante il viaggio, per far conoscere la storia del suo violino, si è fermato diverse volte, anche per suonare con altri musicisti svizzeri e italiani lungo il tragitto.

Un viaggio, il suo, che è stato riassunto nel documentario “For the Next 300 Years” (“Per i prossimi 300 anni”), presentato in anteprima al Museo del violino di Cremona a inizio febbraio.

Von Arx, insieme ad Antonio Gambardella e Stefania soldi, ha creato la Fondazione per rinnovare la casa, abbandonata ormai da diversi anni. I lavori dovrebbero essere ultimati entro novembre 2022. Ci sarà uno spazio epsositivo, una biblioteca, uno spazio dove suonare e un altro dove visionare materiale video o ascoltare musica classica-

Von Arx non è nuovo nel mondo di Stradivari: nel 2017 ha fondato, insieme all’imprenditore ginevrino Olivier Plan, la società Stradivarius Art & Sound. È quest’ultima che ha acquistato poi “The Angel”, uno Stradivari del 1720.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?