Navigation

Vado a vivere in Ticino

Negli ultimi dieci anni il numero di italiani domiciliati in Canton Ticino è raddoppiato, e a partire dal 2012 il fenomeno ha assunto le caratteristiche di una vera e propria fuga dalla vicina penisola verso la Svizzera italiana. Oggi su una popolazione di circa 350mila abitanti un terzo ha il passaporto italiano. Viaggio nella nuova emigrazione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2017 - 09:15
Renato Pugina, RSI
Contenuto esterno


Si chiamano Carlo, Oscar e Claudio, ma anche Elisabetta, Cristina e Francesco. A loro si aggiungono Enzo e Giovanni. Sono tutti italiani che hanno deciso di venire a vivere in Svizzera, soprattutto in Ticino. La motivazione non è per forza legata ai soldi. Questa nuova immigrazione dall'italia si discosta notevolmente da quella degli anni '50 e '60 del secondo scorso.

Oggi i nuovi emigrati hanno un alto profilo e cercano in Svizzera un ambiente lavorativo migliore. La trasmissione di approfondimento Falò della RSI è andata nelle loro case per capire cosa li ha spinti a lasciare l'Italia e venire a vivere e lavorare in Svizzera. Come detto le motivazioni sono diverse. Ma sono state delle vere scelte di vita. Dall'astronomo alla dottoranda, dal fotografo all'architetto, dall'imprenditore al ristoratore, dal videomaker all'infermiere. Tutti hanno trovato in Svizzera un ambiente lavorativo ma anche quotidiano migliore. E nessuno pensa di ritornare a casa, almeno a breve tempo.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.