Navigation

25 anni a sostegno delle vittime di violenze

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2017 - 21:19
tvsvizzera/spal con RSI (TG dell'8.9.2017)

La Legge federale sull’aiuto alle vittime di reati (LAV) compie 25 anni e in proposito la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha annunciato novità, in particolare sostegni mirati nel corso di procedimenti penali e assistenza speciale per persone colpite da eventi straordinari come atti di terrorismo.

La violenza domestica resta uno degli ambiti prioritari di valenza della legge e su questo aspetto la direttrice del Dipartimento di giustizia e polizia intende rafforzare la tutela delle donne oggetto di violenze attraverso condizioni restrittive all’archiviazione dei procedimenti e un miglioramento degli strumenti di comunicazione tra organi inquirenti, in particolare sistema giudiziario e polizia.

Riguardo invece il fenomeno crescente dello stalking (molestie come pedinamenti e telefonate ossessive si delinea l’ipotesi di controllare sistematicamente il divieto di contatto o di avvicinamento tramite braccialetto elettronico.

La consigliera federale Sommaruga ha anche osservato che, malgrado gli sforzi profusi nella prevenzione, l'anno scorso in Svizzera si sono stati registrati 17'000 reati in ambito domestico e negli ospedali è stato constatato un numero record di maltrattamenti.

Grazie alla legge, ha sottolineato la direttrice del Dipartimento di giustizia e polizia in un convegno sul tema, le vittime ricevono consulenza, sostegno e aiuto finanziario

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.