Navigation

Nobel per la pace alla denuclearizzazione

È stato assegnato all'Organizzazione per il bando alle armi nucleari (Ican) il premio Nobel per la Pace 2017. Il premio è stato assegnato alla Ican per "il suo ruolo nel fare luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare a un trattato di proibizioni di queste armi".

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2017 - 11:06
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


L'IcanLink esterno, organizzazione non-profit fondata nel 2007, raccoglie 406 organizzazioni partner in 101 Paesi. Anche quest’anno la scelta norvegese ha una  chiara connotazione politica. È stato infatti conferito nel mezzo delle tensioni degli Usa con la Corea del Nord per i lanci di testate nucleari di Pyongyang. 

Non è la prima volta che il riconoscimento va in questa direzione. Nel 2005 infatti il Nobel per la pace fu assegnato all'Agenzia internazionale per l'energia atomica e al suo direttore El Baradei. Nel 2013 il premio andò all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.