Navigation

Nel 'bunker' del Festival del film

Così sono custodite le pellicole che giungono a Locarno per la proiezione; attivo anche un nucleo antipirateria

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2014 - 21:48

Che siano in pellicola di celluloide, o sui più moderni dischi digitali, le copie dei film sono il patrimonio del Festival. Non sorprende che siano conservate in un sicuro rifugio sotterraneo. Ma a qualche spettatore potrebbe venire in mente di 'rubarle' durante le proiezioni stesse, con una piccola telecamera o un telefonino. Meglio non provarci: è un reato, e il Festival del film Locarno ha approntato un nucleo antipirateria.

Il servizio è di Riccardo Bagnato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.