Navigation

Caldo e influenza fanno aumentare i decessi

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2017 - 13:11
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 14.11.2017)

Nel 2015 in Svizzera sono morte 67'606 persone, il 6% in più rispetto all’anno precedente. A contribuire a questo aumento sono state soprattutto l’ondata di influenza in primavera e la canicola estiva.

Per la prima volta dal 1990, la speranza di vita alla nascita è leggermente diminuita, ha reso noto martedì l’Ufficio federale di statistica, presentando martedì i risultati dell’ultimo studio sulle cause di decessoLink esterno. L’influenza in primavera ha portato via 2'500 persone, mentre il caldo eccezionale di luglio ha provocato circa 500 decessi in più, soprattutto tra gli anziani.

La speranza di vita rimaneva comunque tra le più elevate al mondo: 80,7 anni per gli uomini e 84,9 per le donne. 

Contenuto esterno


La principale causa di decesso sono le malattie cardiovascolari (21'593 decessi), anche se ormai a mietere il maggior numero di vittime nella fascia di età intermedia – uomini tra 45 e 82 anni, donne tra 36 e 79 - è il cancro (17'261).

Un altro dato che emerge dalla statistica è il forte aumento del suicidio assistito: nel 2015 426 uomini e 539 donne hanno deciso di porre fine ai loro giorni, pari a 223 casi in più rispetto all’anno precedente.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.