Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Morirono 71 persone Una anno fa scompariva la Chapecoense

Un anno dopo, la vita non è più la stessa. Ricorrerà oggi l'anniversario del disastro aereo di Medellin in cui persero la vita 71 persone, fra la squadra brasiliana della Chapecoense, che si stava recando in Colombia per giocare la finale di ritorno della Coppa Sudamericana contro l'Atletico Nacional.   

calcio

Un anno fa la squadra di calcio del Chapecoense è scomparsa in un disastro aereo. Oggi la squadra è rinata.

Il 'Verdao' della stato di Santa Catarina è rinato su quelle ceneri e adesso, sul campo, è impegnato nello sprint per un posto nella prossima Libertadores: sarà decisiva l'ultima giornata del 'Brasilerao', che si gioca nel fine settimana e coinvolge, oltre alla Chape, Flamengo, Botafogo e Vasco. 

Ma in queste ore nessuno fa questi calcoli, tutti pensano alla squadra che non c'è più e si moltiplicano le interviste ai sopravvissuti. Il club ha deciso di non fare commemorazioni ufficiali, ma fin dalle prime ore di oggi le porte dello stadio, l'Arena Condà, erano aperte per chi ha voluto recarvisi per pregare.

I superstiti furono sei e il radiocronista Rafael Henzel, tornato ad essere il narratore dei match dei verdi, dice che "siamo dei miracolati, e questa è una data molto difficile per noi: vengono in  mente tante cose, il dolore per coloro che non ci sono più ma anche il sentimento di gratitudine verso Colui che ci ha salvati". La hostess boliviana Ximena Suarez cercherà di esserci anche se ha superato solo da poco i problemi di depressione successivi al disastro, mentre Alan Ruschel è tornato ad essere un calciatore e domenica scorsa contro il Bahia è andato in panchina. L'altro difensore Neto dovrà attendere i primi mesi del prossimo anno, e intanto si prodiga in ogni modo per le vedove dei suoi compagni di squadra, le quali per ringraziarlo in occasione di questo anniversario gli hanno scritto ognuna una lettera. "Vorrei poter abbracciare tutti - ha detto Neto, che tiene anche dei sermoni in Chiesa - però in queste ore sento di essere io quello che avrebbe bisogno di un abbraccio. Cerco di aiutare gli altri, da soli nella vita non si va da nessuna parte. 

tvsvizzera.it/fra con RSI

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×