Migranti respinti A Ventimiglia la Francia erige un muro

La Francia continua con la sua politica di respingimento dei migranti alle sue frontiere. Soprattutto al confine con l'Italia. Un reportage da Ventimiglia.


Boom di migranti respinti alle frontiere francesi, in particolare sulle Alpi: è quanto denuncia l'Ong francese la Cimade. In un rapporto, l'associazione denuncia "un'Europa che si chiude". Secondo i dati raccolti dalla Police aux Frontières e consultati dalla Cimade, il numero di "non ammissioni" in Francia è schizzato l'anno scorso a 85'408 persone, ovvero il 34% in più rispetto al 2016 (63'845 rifiuti d'ingresso).

Nel 2015, anno della sospensione di Schengen da parte della Francia, le non ammissioni erano state 15'489.

I respingimenti hanno riguardato in particolare la frontiera con l'Italia, con 44'433 non-ammissioni nel dipartimento di Alpes-Maritimes (+42% in un anno) da cui i migranti tentano di passare in Francia da Ventimiglia. Nel dipartimento di Hautes-Alpes, non lontano da Bardonecchia, i respingimenti sono schizzati del 700%, a 1'899 unità l'anno scorso.

Parole chiave