Navigation

Berlino, camion lanciato contro la folla

Un camion è stato lanciato contro le persone che stavano passeggiando in un mercatino natalizio di Berlino. L'ultimo bilancio fa stato di 12 morti. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 dicembre 2016 - 09:05
tvsvizzera.it/fra

Come il 14 luglio scorso a Nizza quando un uomo alla guida di un camion uccise 86 persone sulla Promenade des Anglais, lunedì sera un altro camion si è schiantato sulla folla in un mercatino natalizio, a soli 6 giorni dalla Festa. Stando all'ultimo bilancio comunicato martedì mattina dalla polizia, i morti sono 12 e i feriti 48, di cui molti in uno stato grave. 

Il presunto terrorista è stato arrestato mentre tentava di fuggire. La sua nazionalità non è ancora stata determinata. Secondo il quotidiano Bild, si tratterebbe di un pachistano di 23 anni, arrivato in Germania nel febbraio del 2016 come richiedente l'asilo.

Nella cabina del camion è stato rinvenuto il cadavere di un cittadino polacco, forse il conducente del Tir. L'autocarro, immatricolato in Polonia, era stavo verosimilmente derubato in un cantiere.

L'attentato è avvenuto nei pressi della Chiesa del Ricordo, nella zona ovest della città. 

Contenuto esterno


Come Nizza

L'attentato di Nizza era stato rivendicato da Isis. Manca ancora una rivendicazione per l'attacco di stasera ma ripetutamente il sedicente califfo Abu Bakr al Baghdadi e i suoi accoliti si erano rivolti ai cosiddetti lupi solitari esortandoli a uccidere in occidente, in Europa in particolare, con qualsiasi mezzo, citando anche anche esplicitamente l'uso di auto o camion contro la folla.

Il killer di Nizza, il franco-tunisino Mohammed Lahouaeie-Bouhlel, venne ucciso al termine della folla corsa n cui sterzando sulla Promenade des Anglais piena di gente per i fuochi d'artificio per la festa nazionale, uccise il maggior numero di persone. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.