Navigation

Maria Sharapova positiva agli Australian Open

La tennista ammette di aver assunto un farmaco contro il diabete che è stato vietato dallo scorso gennaio

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2016 - 21:12

Sta scuotendo il mondo del tennis la notizia della positività di Maria Sharapova. La giocatrice è infatti incappata in un controllo nel corso agli Open d'Australia in gennaio nel quale sono state rilevate sostanze dopanti. È stata la stessa campionessa russa a renderlo noto nel corso di una conferenza stampa a Los Angeles, dove risiede.

"Ho fatto un errore enorme" assumendo una sostanza senza sapere che recentemente era stata vietata, ha detto la Sharapova con la voce rotta dall'emozione. La duplice vincitrice del Roland Garros ha precisato di prendere da 10 anni un prodotto contro il diabete, il Meldonium, che dalla fine di dicembre è stato inserito nella lista delle sostanze proibite poiché ha la caratteristica di modificare il metabolismo. Molti dei suoi sponsor hanno già comunicato che interromperanno i contratti con la giocatrice.

Molti si aspettavano che l'atleta 28enne, che non è più scesa in campo da Melbourne, annunciasse il ritiro. "Non voglio chiudere così la mia carriera", ha continuato Maria Sharapova, aggiungendo di sperare che gli sia data "un'ulteriore possibilità di giocare". Nel corso della sua attività la tennista russa ha vinto tutti i tornei del Grande Slam, a partire da Wimbledon all'età di 17 anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.