Navigation

Marco Mengoni in intimità

L'atmosfera di uno spazio piccolo come lo Studio Foce di Lugano dà un'altra sincerità a ciò che comunicano musica e testi. E le parole, così centrali nel suo ultimo album, acquistano un significato più profondo

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2015 - 09:03

L'importanza delle parole dette, non dette e da dire. È il concetto alla base dell'ultimo album del cantante romano Marco Mengoni, che dopo un fortunatissimo tour italiano ha fatto tappa a Lugano nei giorni scorsi per uno showcase.

E non abbiamo certo perso l'occasione per parlare con lui. E scopriamo così che il Guerriero...

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.