Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Marco Buticchi racconta il suo nuovo libro, in cui si parla di Isis

Il segno dell’aquila, del maestro italiano dell’avventura uscirà il 27 agosto

Dal 1997 Marco Buticchi è in assoluto l'autore d'avventura più letto in Italia, avendo venduto quasi un milione e mezzo di copie dei suoi libri, tutti pubblicati da Longanesi. La sua vita di scrittore è iniziata nel 1991 con due romanzi "autoprodotti e autodistribuiti", Il cuore del profeta e L'ordine irreversibile, banchi di prova in cui ha dimostrato la sua attitudine narrativa, prima di venire scoperto nel 1995 da Mario Spagnol che gli fece firmare il contratto per Le pietre della luna e decise di lanciarlo nella collana dei «Maestri dell'Avventura», unico italiano accanto a colossi come Wilbur Smith e Clive Cussler. Quel libro fu un successo incredibile, rimase in classifica per settimane, per mesi e vendette oltre 250mila copie. Poi seguirono Menorah (1998), Profezia (2000), La nave d'oro (2003), L'anello dei re (2005), Il vento dei demoni (2007), Il respiro del deserto (2009), La voce del destino (2011), e La stella di pietra (2013). E il prossimo sarà Il segno dell'aquila, la cui uscita è prevista per il prossimo 27 agosto.

Ex trader petrolifero, un bel giorno però Buticchi si era stancato di girare il mondo, e così scelse un lavoro profondamente diverso dal precedente. Anzi, dei "lavori" diversi. Perchè oltre che scrivere romanzi d'avventura, tradotti già in almeno una dozzina di lingue diverse, Buticchi si è messo a gestire un piccolo hotel sul mare a Lerici (La Spezia) con annesso "lido", una spiaggia insomma con tanto di sdraio e ombrelloni. Dove è anche facile trovarlo tutti i giorni d'estate, magari seduto sulla "torre del bagnino", a tenere d'occhio con binocolo e radio i bagnanti. E proprio su questa sua attività "estiva" ha scritto pure un piccolo, divertente, caustico libro dal titolo Scusi, bagnino, l'ombrellone non funziona!, dove racconta le mille vicissitudini di uno alla prese con centinaia di bagnanti, famiglie e bambini in riva al mare.

Nulla però sembra esser stato programmato, nella carriera di autore di Buticchi. «Quando ho scritto i miei primi due romanzi io e mia moglie li consegnavamo personalmente in libreria. Riempivamo il bagagliaio di volumi e partivamo nei momenti liberi dal nostro lavoro. Non nego che entravo nelle librerie con un certo imbarazzo, ma riuscivo sempre a piazzare qualche copia dei mie romanzi home made... in conto deposito, s'intende». D'altra parte, il maestro dell'avventura made in Italy non ha mai negato che le sue storie devono molto all'immaginario di Emilio Salgari («ho ancora i segni dei suoi libri praticamente ovunque nella mente»).

La formula vincente delle storie di Marco Buticchi consiste nell'esplorare ogni volta un grande mistero della storia. Nel prossimo libro (che tra l'altro sarà il tredicesimo....) al centro della storia troveremo l'Isis, un traffico di droga in Brasile, un ex cardinale espulso dalla Chiesa, con la sua Congregazione, che però gestisce un traffico illecito di organi e cliniche per ricchi, e poi ancora un grande tesoro d'epoca etrusca, sparizioni misteriose, fughe e tranelli, colpi di scena e.... Meglio prendersi tempo, un week end o una vacanza per togliersi la soddisfazione di non smettere di leggere anche questo prossimo romanzo di un maestro dell'avventura. Fino all'ultima pagina !

Claudio Moschin

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×