Navigation

Trucchi e bugie delle insalate industriali

Insalate... facili da preparare, si gustano fredde, si acquistano già confezionate anche nei grandi magazzini e poi si mangiano in fretta, anche durante una pausa di lavoro, o in ufficio. L’ideale per sostituire un pasto e restare leggeri. Almeno così pensano tutti. Ma le insalate fanno davvero dimagrire? Soprattutto, sono sane?

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2017 - 15:31
tvsvizzera.it/fra con RSI (Patti Chiari del 27.01.2017)
Contenuto esterno


È il momento delle diete dimagranti dopo le abbuffate natalizie, e quando ci si mette a dieta c’è un alimento da cui non si può prescindere, la quintessenza del pasto leggero: l’insalata.

Certo detto così potrebbe sembrare una domanda assurda: in effetti le foglie contengono pochissime calorie. Ma il problema è un altro. I condimenti e le combinazioni con cui vengono servite o preparate in casa.

Avete mai sentito parlare di insalata Cesar, Nizzarda, mista con mozzarella e tonno? Avete mai verificato quante calorie contengono davvero queste insalate? Noi lo abbiamo fatto e le abbiamo comparate ad altri piatti considerati più grassi, più calorici.

Ebbene il risultato sorprende. Eppure le insalate vengono percepite come sane e leggere. Anche per questo ormai tutti i supermercati propongono quelle già confezionate ai loro clienti. Le cosiddette insalate industriali. Ma cosa contengono veramente questi prodotti? Come fanno a restare fresche anche per qualche giorno? La trasmissione per i consumatori della Radiotelevisione svizzera "Patti chiari", nel servizio di Eleonora Terzi, Valerio Scheggia e Envoyé Spécial, vi svela tutti trucchi e le bugie delle insalate.



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.